bottiglia amami

È stato il primo vino imbottigliato nella nostra cantina. Un vino bianco che nasce dall’idea di unire il territorio di Corleone e dell’Etna insieme. L’origine del nome è “A Mami”, “A Mamma”, essendo questo vino dedicato a mamma Armida. E’ solo grazie all’eredità dei vigneti e poi al lavoro che mia madre e mio padre insieme hanno portato avanti, se oggi facciamo questo bellissimo mestiere. Senza i vigneti della mamma, senza queste origini e le vendemmie vissute da piccoli forse non ci sarebbe mai stato il vino. Quindi la dedica del vino alla mamma non solo è sentita ma totale.
Abbiamo voluto creare un vino elegante e morbido e allo stesso tempo pieno di energia e dinamismo, proprio come lei: Mamma Armida, nata a Corleone, trasferitasi sull’Etna per amore (ecco il gioco di parole con “Amami”). Quindi questo vino vuole unire due territori molto diversi fra di loro: da Corleone, contrada Solicchiata, prendiamo lo Chardonnay che conferisce al vino un ampio ventaglio di profumi eleganti uniti alla morbidezza e alla rotondità tipiche di questo vitigno, mentre dall’Etna il Carricante conferisce enorme freschezza, mineralità. Nel naso i profumi si inseguono; nel palato, l’ingresso dello Chardonnay cede il passo alla pulizia e alla verticalità del Carricante che lo pulisce e ne chiede un altro sorso.


SCHEDA TECNICA:


RASSEGNA STAMPA

etichetta AMAMi